sabato 9 giugno 2018

Gioia di Mirta dopo il suo suicidio

Gioia di Mirta dopo il suo suicidio


Vengono i soccorsi alla Reggia
di Caserta, Mirta, ma il tuo corpo
è senza vita sulla durezza del selciato.
Poi hai sentito la Sua Voce:
Figlia mia che hai fatto!!!
E hai incontrato tuo padre
e il tuo ex morto suicida
sorridenti. Poi Lui ti ha presa
per mano e ti ha portata in
Paradiso e ti ha dato uno
studio di architetto per la tua
gioia, Amica Mirta. Sei più
felice di me mentre lavori
per le case degli Angeli
Qui e tutto ok. Passo e chiudo,
Mirta e mi ripeti da Amica:
non avere paura di avere paura.

Raffaele Piazza

1 commento:

  1. Il poeta si rivolge a Mirta che, quel giorno dopo il salto, ha incontrato suo padre e il suo ex anche lui suicida. Poi Dio l'ha accolta in Paradiso, e le ha dato uno studio di architetto per lavorare per le case degli angeli. Lei è felice e ripete al poeta di non aver paura di avere paura.

    RispondiElimina